Lunghezza : metri 1760 e non 2020 come segnalato sul volantino
Terreno :
asfalto 50% sentiero di montagna 50%;
Dislivello totale in salita :

284 metri.

Punto più basso: 457 m slm. Punto di arrivo: 741 m slm.
Dislivello totale in discesa :
Descrizione:
Partenza da Piazza Martiri della Libertà. La partenza avviene a intervalli di 30 secondi per concorrente. Si svolta a destra imboccando Via Attilio Cantore in salita con pendenza media del 7%. Si prosegue su asfalto sino a raggiungere un complesso di villette. Si svolta quindi a sinistra su un rettilineo asfaltato con pendenza del 15-17% e si raggiungono le case di borgata Ghigetti. L’asfalto lascia il posto al sentiero, Questo è il tratto più ripido e solo i più bravi riescono a correre. Una scalinata di terra di circa 80 metri costringe quasi tutti ad aiutarsi anche con le mani aggrappandosi agli alberi vicini. Il sentiero quindi si allarga e diventa acciotolato. Qui si riesce maggiormente a correre. Il sentiero s’incassa quindi fra due argini naturali e prosegue in salita corribile. Dopo un duro strappo corribile solo dai più bravi, l’arrivo giunge improvviso. Dopo il cartello che indica gli ultimi 150 metri. svolta a destra, ripida ma breve rampa ed ecco lo striscione finale.
Curiosità e Info:
Anticamente “Ad Portas”, Porte di Pinerolo deve il suo nome e la sua importanza alla posizione strategica: chiusa tra i monti a presidio dell’ingresso alla bassa Val Chisone. Il centro abitato segue il corso del torrente, adiacente alla Strada Statale 23, fino a restringersi all’altezza della Gola del Malanaggio (de Malasorte), localitá in passato molto temuta per le frequenti imboscate e conosciuta per le antiche cave di gneiss.
In centro al paese svetta il campanile della Chiesa barocca di San Michele Arcangelo, mentre a qualche centinaio di metri, sempre affacciata sulla statale, sorge la bella Villa Giuliano, sede degli uffici comunali, circondato da un parco in cui si trovano alberi di grande valore naturalistico.
Comune di Porte